Pannelli elettrici per soluzioni per il retrofit

  • Caratteristiche generali

    Quante installazioni sono presenti al mondo se parliamo di refrigerazione e condizionamento? Il numero, se esiste, è certamente immenso.
    Il retrofit dei vecchi impianti, necessario per l'adeguamento alle nuove direttive in tema ambientale ma anche visto come opportunità commerciale è sicuramente interessante. Effettuare il retrofit di un impianto esistente allo scopo di attuare un monitoraggio continuo e dettagliato nel rispetto della normativa HACCP, permette all'utente di:

    • controllare le temperature delle utenze frigorifere già funzionanti con sistema a basso impatto evitando la sostituzione dell'elettronica installata a bordo delle utenze stesse;
    • limitare il numero dei cablaggi sfruttando i vantaggi della tecnologia wireless riducendo così notevolmente i costi d'installazione;
    • semplificare le procedure di registrazione dei dati;
    • registrare e monitorare i dati relativi all'impianto;
    • prevenire e/o identificare possibili eventi critici ed automaticamente avvisare il responsabile dell'impianto tramite email, SMS, fax al fine di attuare delle azioni correttive;
    • elaborare report, tabelle e grafici automatici per lo storico dei dati dell'impianto da conservare ed archiviare nel rispetto della normativa HACCP riducendo i tempi di compilazione della modulistica prevista;
    • monitorare il proprio impianto anche da remoto;
    • ricevere tutti i componenti necessari all'installazione da un unico fornitore.

    CAREL offre il pacchetto completo di quadro elettrico, dotato di driver valvola e valvola elettronica. E' una soluzione plug&play che permette la veloce sostituzione sul campo. Il driver accetta infatti un semplice segnale on/off proveniente anche da un termostato meccanico e poi al resto pensa tutto lui; non sono necessarie impostazioni particolari perché è già pre-configurato in fabbrica. La vecchia termostatica meccanica può così essere facilmente sostituita senza particolari modifiche all'impianto e soprattutto senza la necessità di intervenire nello specifico dei parametri di regolazione, terreno non sempre agevole per gli installatori e più adatto ad un ufficio tecnico di progettazione.