Automotive

CAREL solution for Automotive applications
 
  • Plus

    Scegliere gli umidificatori CAREL per l'industria automobilistica assicura i seguenti vantaggi :
    • Grande capacità : è possibile coprire le richieste fino al massimo 1000 l/h con un'unica stazione di pompaggio, anche a servizio di più zone. I costi di investimento sono minimizzati.
    •  "Silicone free" : per evitare difetti nella verniciatura delle carrozzerie, gli umidificatori adiabatici CAREL assicurano la totale assenza di particelle di silicone diffuse in ambiente.
    • Altissima precisione :  le soluzioni per l'umidificazione CAREL possono soddisfare i requisiti più stringenti in termini di precisione (fino a +/-1%), per un controllo ottimale dei processi e della qualità finale dei prodotti. 
    • Affidabilità e ridondanza : sistemi di gestione automatica  di back-up e rotazione della stazione di pompaggio per  garantire operatività in tutte le condizioni per tutte le produzioni che necessitano di continuità di esercizio
    • Risparmio energetico : è possibile fornire all'ambiente grandi quantità  di umidità con un bassissimo consumo di energia elettrica (soli 4W per ogni litro/ora con gli atomizzatori ad alta pressione).

     

  • Caratteristiche generali

    L'industria del settore automobilistico ed aeronautico ha subito un forte spinta per un miglioramento continuo dei processi produttivi. Le grandi compagnie del settore si muovono verso produzioni di maggior qualità e rispettose dell'ambiente.
    L'introduzione dell'uso delle vernici a base acquosa per le carrozzerie delle autovetture ha reso indispensabile il controllo delle condizioni termo-igrometriche nelle cabine di verniciatura.  
    Un livello di umidità dell'aria troppo elevato provoca una diluizione eccessiva dello strato di smalto deposto sulla carrozzeria, con la conseguente formazione di minuscole "sacche" di liquido, che, a seguito dell'asciugatura, possono dare origine a origine a difettosità e alla formazione di piccoli crateri sulla superficie.
    D'altro canto un livello di umidità troppo basso può provocare una eccessiva evaporazione dell'acqua di diluizione delle vernici, provocando maggiori difficoltà nella stesa del prodotto, richiedendo un maggior consumo per assicurare lo spessore minimo corretto per la verniciatura.
    L'industria automotive si contraddistingue inoltre per l'utilizzo di materiali di nuova concezione . In particolar modo è divenuta comune la lavorazione di materiali compositi (come la fibra di carbonio).
    Per poter garantire la manipolazione di questi materiali, occorre un controllo assoluto e preciso della qualità dell'aria degli ambienti di lavorazione, compreso l'umidità dell'aria. Altissima precisione e affidabilità devono essere qualità fondamentali, anche degli umidificatori.
    Un'altra tipica applicazione nel settore automotive sono le camere per test. All'interno di questi locali  vengono ricreate condizioni climatiche estreme (fino 95 % rH), con limiti di tolleranza e precisione molto stringenti. In questo modo i componenti meccanici ed elettrici vengono stressati al limite per verificarne il comportamento e attestarne la loro funzionalità.
     
    Negli ambienti industriali, dove sono presenti apparecchiature ed impianti molto sofisticati, è necessario ridurre il rischio di insorgenza di cariche elettrostatiche. 
    Per evitarne l'accumulo è importante assicurare un livello di umidità superiore al 30%. Livelli bassi di umidità relativa rendono più facile la generazione di scariche, che possono colpire e danneggiare i macchinari.
    Il giusto livello di umidità è inoltre necessario per assicurare il comfort ai lavoratori impegnati nella produzione. Mantenendo l'umidità relativa compresa tra il 40% e il 60%, si assicurano le condizioni ottimali per il benessere degli individui riducendo le assenze per malattia dei lavoratori, soprattutto nei mesi invernali.